Printer-friendly versionSend by email

Current Size: 100%

Enoturismo

Per arrivare a Narbonne, da qualsiasi direzione si venga, bisogna viaggiare attraverso i vigneti. Il massiccio della Clape, quello di Fontfroide, le montagne di Corbières... tutte zone ricoperte di terreni diversi e strabilianti.

I vigneti: una storia d'amore lunga 2500 anni

La vigna è stata piantata qui molto tempo fa, ben prima che i romani colonizzassero la regione. Scandisce da sempre la vita degli abitanti, modellando l'identità e la ricchezza culturale della regione e della città, i paesaggi, gli usi e i costumi. Dai vini romani citati da Plinio e Cicerone fino ai grandi vini odierni, la viticoltura narbonese, costellata di eventi nel corso dei secoli, crisi o età d'oro, si è sempre imposta con una forza poco comune.

Turismo e territorio si coniugano per offrire ai visitatori l'occasione di scoprire paesaggi e patrimonio storico, attraverso un'offerta molto variegata.

Narbonne, punto comune di molte AOC

Una città nel cuore di due A.O.C.! Ancora una volta, Narbonne sorprende. Grazie alle A.O.C. Coteaux du Languedoc "La Clape" e "Quatourze", nonché all'A.O.C. Corbières, la relazione intima che lega Narbonne al buon vino si svela in tutto il suo splendore.

La maestria e il vigore dei viticoltori narbonesi sono valorizzati e riconosciuti grazie a queste Appellazioni di Origine Controllata che rendono la nostra città molto attraente per gli amanti del buon vino. I superbi Châteaux et Domaines, sui quali si fondano le basi di questa tradizione, ne sono gli esempi più flagranti. Situati per la maggior parte nel cuore delle vigne ondulate sormontate da magnifici massicci rocciosi, questi luoghi di un'altra epoca, di un'altra vita, hanno un fascino che farà breccia nel tuo cuore.

Notre sélection

  • Français
  • English
  • Deutsch
  • Español
  • Català
  • Italiano